LAYOUT ESPOSITIVO

“La maggior parte delle nostre decisioni di acquisto non sono nemmeno vagamente coscienti. Il nostro cervello prende la decisione e in quasi tutti i casi non ce ne rendiamo nemmeno conto".” - Martin Lindstrom

Cose facciamo?

1. STUDIAMO LA TUA CLIENTELA TARGET per realizzare l’esperienza di acquisto che stanno ricercando e che non trovano dalla concorrenza

2. CREIAMO UN’ESPERIENZA SARTORIALE perfettamente integrata con il tuo marchio e adattandola ai tuoi spazi, senza stravolgerli

3. FORMIAMO I TUOI VENDITORI affinché sappiano sfruttare appieno, durante la trattativa, la nuova esperienza di acquisto offerta al cliente Se sei capitato su questa pagina, devi avere già qualche sospetto sul fatto che il tuo salone necessiti di un intervento di riprogettazione.

Forse pensi già di sapere cosa vado rinnovato, forse lo senti nello stomaco ma non sai ancora esattamente cosa non vada più. Fatto sta che ogni giorno, mentre passeggi per i suoi ambienti, senti che potresti fare di meglio.

Senti che non trasmette abbastanza emozioni, che non fa venire voglia di acquistare ai tuoi clienti, che si limitano a girare spaesati e forse un po’ delusi tra i box.
3 indizi che rivelano che il tuo showroom necessita di essere riprogettato:

1. Sono passati almeno 5 anni dall’ultima volta in cui hai messo mano agli spazi del tuo showroom, per il resto ti sei limitato a cambiare i prodotti esposti

2. A curare il percorso espositivo è stato un architetto che si occupa principalmente di abitazioni civili

3. Il percorso all’interno dello showroom non segue una logica, oppure ne segue una tua, ma pensata anni fa e comunque non c’è mai stato un serio momento di analisi sulla sua reale efficacia.

Se anche solo 1 di questi indizi corrisponde alla tua realtà, allora sì, hai bisogno di riprogettare il tuo showroom. Progettare il tuo layout espositivo grazie al neuromarketing, cosa significa? Grazie alle neuroscienze nel 2000 abbiamo fatto una scoperta entusiasmante. Abbiamo capito quali elementi nell’organizzazione dello spazio e dei prodotti in un punto vendita blocca o agevola le vendite.

Da quel momento in poi, abbiamo scoperto che in molti showroom ci sono enormi muri invisibili che rendono faticoso per il nostro cervello, prendere una decisione di acquisto. Devi sapere infatti che la nostra mente ha bisogno di percepire che tutte le informazioni fondamentali legate all’acquisto siano al posto giusto prima di procedere.

Se quando il cliente si siede davanti al tuo venditore ha molta confusione in testa, il cervello dà semaforo rosso all’acquisto. La paura di star commettendo una cattiva scelta e quindi di rimetterci dei soldi, lo paralizza. Quindi il “ci devo pensare” non è altro che il meccanismo di difesa che il nostro cervello mette in campo per sottrarci dalla scelta che reputa troppo rischiosa.

Grazie alle neuroscienze invece, è possibile riorganizzare lo showroom, affinché il cliente si senta preso per mano e arrivi al momento della scelta con le idee chiare, immaginando la propria casa già arredata con i tuoi prodotti. Insomma, se il tuo scopo è avere una sala mostra “un po’ più ordinata”, allora va bene un qualsiasi architetto.

Se invece vuoi che il tuo showroom si trasformi da semplice punto di accesso al prodotto a un vero e proprio strumento capace di convertire preventivi in ordini, allora l’estetica lascia il posto alla scienza del neuromarketing applicato al visual merchandising. Le 5 Fasi del rifacimento del tuo showroom

Fase 1: Analizziamo il mercato per disegnare un layout che massimizzi le visite in ordini Gli Architetti de L'Accademia partono dall'analisi della composizione della platea. L’analisi che viene stilata in fase di Strategia di Posizionamento e che viene utilizzata per disegnare il miglior layout in grado di convertire le visite in ordini.

Fase 2: Incrociamo i dati di vendita Dopo aver fatto una selezione di aziende adatte al Posizionamento dello Showroom, incrociamo i dati di vendita con l'estensione dell'area dedicata alle Aziende e decidiamo insieme al responsabile di Showroom (numeri alla mano) quali meritano maggior spazio.

Fase 3: Il neuromarketing al servizio delle vendite A seconda dei clienti target che decidiamo di raggiungere, suddividiamo gli spazi in aree concettuali per costruire la migliore esperienza di visita in Showroom. Il percorso del cliente è il primo focus del pensiero strategico degli Architetti de L'Accademia. Un percorso capace di scaricare a terra i principi del Neuromarketing, quelli in grado di influenzare i comportamenti d'acquisto.

Fase 4: Il nuovo layout prende forma Si lavora poi alla progettazione del layout tenendo conto di vincoli architettonici e necessità tecniche. Si prosegue con la proposta di elementi/installazioni che aumentino il valore percepito per il target considerato e con la proposta di nuove strutture espositive da realizzare in accordo con le Aziende.

Fase 5: Il progetto è pronto La consegna del Progetto Architettonico è accompagnata da:
• Documento di Moodboard • Concept
• Linee guida di comunicazione • Render Il progetto è sviluppato tenendo in considerazione i valori dell'insegna, il posizionamento di mercato, la struttura dell'offerta, la localizzazione degli spazi di vendita già eventualmente impostati.

Si tratta di sviluppare ciascuna area creando all'interno uno spazio fruibile e razionale che consenta la presenza di zone espositive e di zone dedicate alla postazione del personale, nonché eventuali zone destinate alla formazione o sale riunioni.

Diventa tu il prossimo caso di successo del settore

Raggiungi i Tuoi Obiettivi Commerciali

Compila il modulo qui sotto, verrai ricontattato entro 24 ore.

Testimonials

Emilie Frank

Store Manager

Having used discount toner cartridges for twenty years, there have been a lot of changes in the toner cartridge market. The market today is approximately a twenty billion dollar business. The savings today are significant. The quality of the discount cartridges is unsurpassed. To insure your complete satisfaction in purchasing discount toner, take a minute to make an informed choice. The problem was that the drill and fill cartridges produced poor quality and printed fewer pages. They were very inconsistent from cartridge to cartridge. In short, there was no quality control. One discount toner cartridge might perform great and the next may not.

Lewis Todd

Designer

Having used discount toner cartridges for twenty years, there have been a lot of changes in the toner cartridge market. The market today is approximately a twenty billion dollar business. The savings today are significant. The quality of the discount cartridges is unsurpassed. To insure your complete satisfaction in purchasing discount toner, take a minute to make an informed choice. The problem was that the drill and fill cartridges produced poor quality and printed fewer pages. They were very inconsistent from cartridge to cartridge. In short, there was no quality control. One discount toner cartridge might perform great and the next may not.

Maria Holmes

Model

Having used discount toner cartridges for twenty years, there have been a lot of changes in the toner cartridge market. The market today is approximately a twenty billion dollar business. The savings today are significant. The quality of the discount cartridges is unsurpassed. To insure your complete satisfaction in purchasing discount toner, take a minute to make an informed choice. The problem was that the drill and fill cartridges produced poor quality and printed fewer pages. They were very inconsistent from cartridge to cartridge. In short, there was no quality control. One discount toner cartridge might perform great and the next may not.

Frequently Asked Question

BOSE QuietComfort 35

There are advances being made in science and technology everyday, and a good example of this is the LCD monitor. LCD monitors have several benefits over the old chunky computer monitors that most users are familiar with.

Buy now